…pensate al “Nostro Marco” siate davvero rivoluzionari e controcorrente


lanternaNon restare a piangere sulla mia tomba.
Non sono lì, non dormo.
Sono mille venti che soffiano.
Sono la scintilla diamante sulla neve.
Sono la luce del sole sul grano maturo.
Sono la pioggerellina d’autunno.
Quando ti svegli nella quiete del mattino…
Sono le stelle che brillano la notte.
Non restare a piangere sulla mia tomba.
Non sono lì, non dormo.

…non sono lì, non dormo…
Marco Muratore è molto di più….
il cuore di Marco continua a battere a Milano, i suoi polmoni continuano a respirare a Palermo , il suo fegato continua a svolgere le sue funzioni epatiche a Torino , i suoi reni continuano a filtrare: uno a Catania e uno a Palermo, i suoi occhi continuano a vedere…

Il 30 Novembre, a causa di un incidente stradale con la moto, avvenuto tre giorni prima, Marco, a soli 17 anni, ci ha lasciati …ma noi, ogni giorno celebreremo l’Amore avuto, piuttosto che la perdita subìta, perché solo l’Amore è reale, l’Amore è eterno ed immortale.
Crediamo che la Vita di ognuno di Noi abbia un compito altissimo e prezioso; Marco ha voluto insegnarci quanto sia importante vivere una vita equilibrata e consapevole. E, come è vero che la Vita di ognuno di noi porta sulla terra un messaggio, un insegnamento che servirà a migliorare l’Esistenza Umana, è anche vero che questa tragedia sta già cambiando molte vite in meglio; la Vita di Marco servirà a ricordarci che l’Amore e la condivisione possono guarire ogni ferita, anche la più profonda.

L’Amore di Marco, la gioia, la grinta e la freschezza dei suoi 17anni, l’Amore illimitato della sua famiglia e dei suoi amici sono un focolare acceso che mai si spegnerà e che riscalderà i nostri cuori per sempre.
La famiglia Muratore proprio celebrando Amore e Condivisione ha deciso di donare alla nostra Associazione il ricavato delle offerte che amici e parenti avrebbero altrimenti donato in fiori. Questa donazione (€ 1.479,00) andrà al progetto “Itanzanlia 2015″  che si occupa di alleviare le difficoltà che la popolazione Tanzaniana si trova a vivere ogni giorno in mezzo a stenti e privazioni. Marco, sarà lì con Noi quest’estate. Tutto l’Amore contenuto nella sua Vita si riverserà nelle opere che riusciremo a portare a termine grazie alla sua vicinanza, grazie alla sua ala protettiva.

Voglio concludere con degli stralci della lettera che la famiglia di Marco ha inviato ai suoi amici:

“Facciamo in modo che ciò che è accaduto a Marco, fatto
terribile, angoscioso, irrazionale, non sia qualcosa di
sterile, facciamo in modo che tutta questa ondata di
emozioni, messaggi, lacrime e dolori non passi veloce
come un temporale dopo due giorni di scirocco e tutto
ciò che abbiamo provato e vissuto ci rimanga dentro e
non ci scorra in superficie come acqua …

Ragazzi, ribaltate i punti di vista, siate davvero
controcorrente! Ripartiamo dal “Giorno Zero il
giorno di Marco”! Cos’è il “Giorno Zero”? E’ quel
momento in cui ci rendiamo conto che abbiamo
delle cattive abitudini, che non accettiamo
determinate regole, che ci siamo abituati a cose
sbagliate …E quindi, da domani, fate concretamente qualcosa
per cambiare le “cattive abitudini” fino a cambiare
anche la nostra vita. Da domani, quando la mattina
la mamma o il papà vi ricorderanno di mettere il
casco o ritornare presto, non sbattetegli la porta in
faccia, pensate a Marco!
Quando qualcuno vi taglia la strada, non accelerate per
non essere da meno, non superatelo! Pensate a Marco.

Pensate al “Nostro Marco”, siate davvero
rivoluzionari e controcorrente

“Il giorno Zero di Marco” deve essere una nuova
mentalità, un’occasione per ognuno di voi di
abbandonare un’abitudine negativa della quotidianità,
un’occasione di riflessione, magari anche un giorno di
attività didattiche particolari scelte insieme ai vostri
docenti, ma soprattutto un nuovo modo di pensare, di
“sentire” e di vivere il mondo intorno a voi.
Vi abbracciamo
La famiglia Muratore”

pensate al “Nostro Marco”, siate davvero
rivoluzionari e controcorrente

Marco Muratore

Grazie Marco

Grazie Famiglia Muratore

AgisciPalermo Onlus

 

 

 

 

Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>