Il Manifesto

AgisciPalermo è un gruppo germogliato dall’unione di più cittadini che accomunati da valori ed idee sentono la necessità e il dovere di Agire per rinnovare e migliorare l’odierna condizione sociale, restituendo dignità e moralità all’Agire politico.

La ventennale esperienza nel mondo del volontariato, della quale ci sembra non indifferente sottolinearne il valore della gratuità assoluta, con il nostro operato mirato principalmente ai giovani ed ai disagiati, ci permette di affermare che questo nostro Agire è già un buon modo di “fare politica” e un utile intervento sociale, ottenuto perché in cooperazione con altre fondamentali agenzie educative quali la famiglia e la scuola.

L’attuale stato di particolare degrado in cui la città e noi suoi cittadini siamo costretti a galleggiare, che declina in modo inesorabile da più anni, è palese a tutti, anche ai più disattenti ed ai più indifferenti.

Le ripetute decisioni nefande e scellerate da parte degli amministratori e la loro insensibilità nel lasciare inascoltati bisogni ed esigenze hanno suscitato nella cittadinanza un sentimento che per molti si è trasformato da delusione e indignazione in disperazione. E’ ovvio che ciò accada quando vengano letteralmente calpestati i diritti elementari, quando non si risponde a domande inerenti ai beni primari come la casa o la salute, o ancora il lavoro o l’istruzione.

Il cittadino comune non richiede il benessere personale dalla classe dirigente, ma pretende da essa atteggiamenti idonei a garantirgli un livello soglia che possa riferirsi con decoro al suo essere uomo.

Il convivere con queste ennesime urgenze ci ha promosso un ulteriore impulso di generosità nell’interesse della cosa pubblica, pertanto ci sentiamo chiamati ad impegnarci di più, quanto meno con un metodologia nuova.

Per questo abbiamo pensato di prospettare alla cittadinanza il nostro concetto di politica: servizio per il bene della comunità.

L’inversione di tendenza che vogliamo attuare è quella di passare dallo stato di mero supporto ed assistenzialismo delle varie fasce sociali deboli (giovani, anziani, diversamente abili, disoccupati e inoccupati, extracomunitari etc.) allo stato di generazione di opportunità attraverso un’azione politica che coniughi sia il servizio per gli ultimi sia il servizio per il bene della comunità.

Questo si può realizzare solo facendo politica nelle sedi istituzionali.

La strada da perseguire stimiamo sia quella di creare un nuovo movimento di opinione che in questi stessi valori ed idee si riconosca e che possa crescere come una marea montante, con il chiaro intento di contribuire a creare una nuova classe politica che si voglia dedicare con abnegazione alla collettività senza rincorrere interessi privati.

Le diverse estrazioni, laiche e non (scout, salesiana, missionaria), che coesistono in AgisciPalermo, convergendo indirizzano con fermezza l’orientamento politico del gruppo.

La nostra essenza valoriale, pertanto, si contraddistingue nel volere perseguire la legalità e il pensare antimafioso, il rispetto dei diritti e dei doveri per tutti, la solidarietà, la partecipazione attiva alla cittadinanza, la salubrità dell’ambiente, la formazione culturale e la giustizia sociale.

Il nostro principale obiettivo, o forse è meglio dire, la nostra principale ambizione, sarà quella di riavvicinare i giovani al mondo della politica dalla quale rifuggono, riproponendola loro come valore insostituibile per costruirsi la vita con una profonda coscienza civica ed etica, così da divenire dei buoni cittadini.

Abbiamo già avuto occasione di constatare che nel territorio di Palermo e nei territori delle altre province siciliane sono presenti ed operativi altri gruppi, altre associazioni e altri movimenti, e che questi si basano su valori praticamente sovrapponibili ai nostri. Questo ci conforta e nello stesso tempo ci esorta alla collaborazione fattiva, con alla base il valore del reciproco riconoscimento, per advenire alla creazione di un vero e proprio coordinamento sia a livello provinciale sia a livello regionale, nel quale vogliamo avere un ruolo che non sia soltanto partecipativo.

E’ opportuno ricordarci che come è nostro obiettivo favorire l’integrazione con altre espressioni politiche civiche, proprio per scongiurare la frammentarietà che ci indebolirebbe tutti, non è nostro obiettivo integrarci con alcun partito politico, fondamentalmente per non ritrovarci vassalli di nessuno, ma puntare sempre all’autonomia e quindi alla libertà delle nostre scelte, delle nostre idee.

I commenti sono disattivati